23 anni prima di Mitòsis

Sono davvero contento di presentarvi il mio nuovo racconto lungo “23 anni prima di Mitòsis”.
Per scriverlo ho fatto tesoro dell’esperienza maturata scrivendo gli altri racconti e sopratutto mi è stato utile il feedback che mi hanno dato gli amici che lo hanno letto in anteprima. Per loro ho aggiunto un ulteriore capitolo alla fine, oltre a correggere e migliorare tante cose nel corso della storia.

Ho immaginato un futuro remoto, ma scientificamente plausibile, dove il mondo è ribaltato e sono i neri ad essere razzisti nei confronti dei bianchi, dove l’uomo ha riplasmato la natura secondo le sue esigenze tramite l’ingegneria genetica e dove in un piccolo villaggio isolato da tutto si pratica la filosofia epicurea proprio come si faceva nel Giardino di Atene.

Continue reading

Ma di cosa dovrei preoccuparmi?

Ha fatto il giro del mondo la notizia che negli autobus di Londra è apparsa la scritta: “There’s probably no God. Now stop worrying and enjoy your life” (“Probabilmente non c’è alcun Dio. Ora smettila di preoccuparti e goditi la vita”).
Si tratta di una frase profondamente epicurea: non potevo quindi lasciarmi sfuggire l’occasione di fare qualche riflessione.

Continue reading

La filosofia epicurea

Il mio prof di filosofia del liceo diceva che la cultura è quello che si ricorda dopo aver dimenticato ciò che si ha studiato.
Ormai sono alcuni anni che non prendo in mano un libro di Epicuro. Leggo settimanalmente le sue sentenze su Epicurus Dixit e praticamente nient’altro.
Quindi quello che mi ricordo ora dovrebbe essere l’essenza del messaggio di Epicuro. Di sicuro sarà quello che più apprezzo.

Continue reading

Piergiorgio Welby

Ormai il “Caso Welby” è uscito dalle cronache dei giornali da un po’. Lo commento solo oggi perché mi sono preso un po’ di tempo per pensare.
Nel gran casino mediatico che ha suscitato mi ha colpito una cosa, comune a tutti i nostri politici, sia quelli che criticano che quelli che difendono la sua scelta. Tutti, senza eccezioni, sanno perfettamente cosa è giusto.
Io invece ho tanti dubbi, tante domande e pochissime risposte. Continue reading

L’auto: un privilegio

Questa è un’idea che mi ronza in testa da un bel po’ di tempo.
Ho iniziato a pensarci su quando due anni fa i parcheggi del centro di Senigallia sono diventati a pagamento.
Oggi con il caro petrolio, i parcheggi ed i pedaggi ogni giorno più cari, l’auto sta diventando sempre più un privilegio per ricchi.
Inoltre il numero di vetture in circolazione è tale che muoversi in auto in città sta diventando sempre più complicato e, in molti casi, snervante.
Infine con il lavoro di giornalista tocco con mano il numero di morti (troppo alto!) sulle nostre strade. Continue reading

A casa senza PC, un cambiamento epocale

Oggi il mio PC si è trasferito.
In camera non ho più un PC, per connettermi ad internet devo arrivare al lavoro, dove ho portato il mio computer.
La redazione di Vivere Senigallia è vicinissia a casa e vi trascorro la maggior parte del mio tempo, non si tratta quindi di un grosso cambiamento nella sostanza.
Importante è la scelta che sta alla base da questo trasloco.

Continue reading